Comunicati stampa sulla Finanziaria 2010

| Autore: | Commenti: 0

Chiediamo al governo di non recepire nella Finanziaria 2010 le richieste di ulteriori tagli alle farmacie avanzate dalle Regioni. Le nostre casse sono vuote e non si può sempre pensare che siano a disposizione di quelle amministrazioni pubbliche che non sono in grado di gestire i conti del sistema sanitario." Il presidente di Federfarma, Annarosa Racca, commenta così le indiscrezioni su un'ennesima ipotesi di riduzione della spesa farmaceutica. "Faccio notare - continua la dott.ssa Racca - come la spesa farmaceutica convenzionata SSN è oggi agli stessi livelli del 2001, mentre altre voci di spesa del bilancio sanità sono in continuo e incontrollato aumento". "A subire le spese dei ripetuti interventi sono in particolare i margini delle farmacie, decurtati da continue sforbiciate. Esiste il rischio concreto che sia messa a rischio la stabilità della rete capillare delle farmacie. Le farmacie sono oggi in seria difficoltà e con altri tagli saranno costrette a ridurre le spese, fino ad arrivare a licenziamenti di personale." "Le farmacie - conclude il presidente di Federfarma - chiedono al Governo e al Parlamento di applicare ad altri settori della sanità lo stesso rigore fino ad oggi adottato solo per la spesa farmaceutica convenzionata e di garantire che le farmacie possano continuare a garantire gli eccellenti livelli di servizi offerti da sempre ai cittadini."

Fonte: Comunicato stampa Federfarma, 1 dicembre 2009

Se la farmacia italiana non versasse in condizioni così tragiche saremmo davvero lieti che, seppure con un "lieve" ritardo, anche Federfarma sia arrivata a condividere le nostre preoccupazioni, con particolare riferimento ai posti di lavoro dei farmacisti collaboratori e del personale non laureato che comunque lavora in farmacia aiutando il titolare nella gestione dell'azienda.

10 ottobre 2008 - M.S.F.I. - Comunicato stampa n° 16

Farmacie: 17.000 farmacisti collaboratori a rischio di licenziamento.

22 ottobre 2008 - M.S.F.I. - Comunicato stampa n° 17

Farmacie private: 17.000 farmacisti collaboratori e 8.500 dipendenti non farmacisti a casa per salvare gli allegri bilanci Regionali.

Certo, si parla di oltre un anno fa. Da allora molte cose sono cambiate (in peggio, ovviamente) ma, nostro malgrado, abbiamo rilanciato l'allarme anche in tempi più recenti:

5 giugno 2009 - M.S.F.I. - Comunicato stampa, Prot. n° 17/2009

Le farmacie Italiane a rischio di chiusura, gravissimi disagi per i cittadini.

Speriamo, ora che finalmente si è pronunciato anche il Sindacato delle farmacie private, in qualche buona nuova che possa dare una boccata di ossigeno e di stabilità alla farmacia italiana e ai professionisti che in essa esercitano.

Stampa:

Condividi:
Discussione aperta

Commenta la notizia:

Seguici su...
Anche le formiche si incazzano
Sponsor
Scrivi al MSFI
Primo Piano
Ultimi Commenti

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Archivio articoli
Tutti gli articoli

Lavori in corso!

Saremo presto anche qui!

×

Iscriviti alla newsletter

Inserisci l'indirizzo email


×

Scrivi al movimento


×

Grazie

×

Informativa sui dati personali

×

Benvenuto, :

Gestisci il tuo utente




×

Login

Inserisci le credenziali di accesso


×

Registrazione

Benvenuto, da ora è un utente registrato al sito M.S.F.I. quindi può leggere molti più contenuti e può partecipare ad alcune discussioni. Ma prima si ricordi di visionare la sua mail per convalidare la registrazione.

×

Newsletter

×

Login

×