Comunicato stampa Federfarma

| Autore: | Commenti: 0

Il Comunicato stampa emesso ieri da Federfarma denuncia in tutta la cruda realtà quanto sta accadendo e quanto sia fondamentale costituire un fronte unico per salvare il sistema farmacia, nell'interesse di tutti.

Bisogna abbandonare l'individualismo, il proprio tornaconto, smettere di guardare solo il proprio orticello che rischia di essere improduttivo ed arido. La gravissima situazione che si verrebbe a creare se il Governo, molto male istruito, varasse quei provvedimenti che sembra abbia intenzione di varare, metterebbe in reale condizione di chiusura molte, troppe farmacie.

Ne pagherebbero le conseguenze sì i titolari, ma anche i collaboratori, siano essi farmacisti che non farmacisti. Abbandonare quindi ogni discussione interna la categoria è un obbligo. Bisogna dar forza al Presidente Racca affinchè possa contare sul sostegno di tutti e possa finalmente battere i pugni sul tavolo.

Per avere un peso, un Leader deve poter sapere di contare su TUTTI i propri associati.

Provate ad immaginare cosa sarebbe accaduto se al tavolo tecnico si fosse alzata rifiutando l'accordo. Avrebbe dovuto decidere su dei provvedimenti di ritorsione. Ma su chi avrebbe potuto contare? Sappiamo bene come reagisce la categoria nonostante vi siano dei momenti in cui bisogna agire con compattezza, forza e determinazione.

Non nascondiamoci dietro al dito.

Guardiamo per dovere storico cosa è stato fatto prima di questa attuale dirigenza di Federfarma. Oggi Le si chiede di avere la bacchetta magica? Stiamo con i piedi per terra. E' il momento di far quadrato attorno a Lei, fare im modo che possa sentire di non essere da sola e darLe la possibilità di poter agire sapendo di esser seguita. E' inutile parlare di stipendi, sapete bene che li ritengo bassi e non in linea con quelli dei Vostri colleghi. Se le farmacie chiudono, anche quel poco viene meno, e la grave situazione internazionale che ci apprestiamo a vivere non da certo speranze di un riciclaggio.

Io, in qualità di esponente dell' associazione a difesa del diritto alla salute, sono fortemente preoccupato per le conseguenze che ricadono addosso al Cittadino/assistito, Cliente/paziente. Stiamo mettendo a punto una strategia di supporto ad ogni azione che Federfarma intende fare. Sarà forse il caso di denunciare le malefatte di alcune categorie che fanno parte del sistema sanitario e che pur godendo realmente di agi e privilegi occulti, forse hanno innescato questo meccanismo per Loro tornaconto?

E' il farmacista che ha sempre coperto, a proprio rischio e pericolo, certe situazioni che tutti conosciamo ma che ovviamente ne Federfarma ne Fofi, possono denunciare.

Noi possiamo farlo e se serve, non ci tireremo indietro. Il Cittadino/assistito, cliente/paziente, lo sa.

Ettore Lembo, Presidente del M.S.F.I.

Stampa:

Condividi:
Discussione aperta

Commenta la notizia:

Seguici su...
Anche le formiche si incazzano
Sponsor
Scrivi al MSFI
Primo Piano
Ultimi Commenti

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Archivio articoli
Tutti gli articoli

Lavori in corso!

Saremo presto anche qui!

×

Iscriviti alla newsletter

Inserisci l'indirizzo email


×

Scrivi al movimento


×

Grazie

×

Informativa sui dati personali

×

Benvenuto, :

Gestisci il tuo utente




×

Login

Inserisci le credenziali di accesso


×

Registrazione

Benvenuto, da ora è un utente registrato al sito M.S.F.I. quindi può leggere molti più contenuti e può partecipare ad alcune discussioni. Ma prima si ricordi di visionare la sua mail per convalidare la registrazione.

×

Newsletter

×

Login

×