Comunicato stampa sul prezzo pubblico dei medicinali

| Autore: | Commenti: 0

L'ultimo Comunicato stampa del M.S.F.I., diffuso questa mattina, cerca di fare chiarezza sulla determinazione del prezzo al pubblico dei medicinali.

Il farmaco etico (quello che, in quanto tale, richiede la prescrizione medica per poter essere acquistato/dispensato) ha un prezzo fisso, nazionale, immutabile e controllato dall'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA): vale per i medicinali di "fascia A", mutuabili, e vale per i medicinali di "fascia C", a carico del cittadino.

Fino a qualche tempo fa era così anche per i medicinali di libera vendita ma, con tutti i decreti e le leggi che li hanno interessati negli ultimi anni, oggi si fa quasi fatica anche solo a chiarmarli ancora"farmaci", perchè fra sconti, prezzi arbitrari e pubblicità (tanto per citare alcuni fra gli aspetti più rilevanti) i medicinali SOP, senza obbligo di prescrizione, e OTC, di automedicazione, hanno perso molto della propria valenza etica e acquisito molto di una nuova valenza "mercantile".

Certo, "Il Bollino dice che il farmaco è sicuro" (fonte: ANIFA) ma lo spot pubblicitario dice che "può avere effetti indesiderati anche gravi"; certo, si chiamano ancora "farmaci" ma il farmaco è uno strumento necessario al cittadino per tutelare il proprio diritto costituzionale alla Salute e non si capisce come mai, se il diritto è paritario per ogni singolo individuo, il prezzo di acquisto possa variare arbitrariamente a seconda di fattori economici, logistici e geografici; certo, sono medicinali "di libera vendita" ma in molti casi la composizione quali-quantitativa è identica a quella di farmaci etici e, letteratura alla mano, esistono farmaci di libera vendita ben più pericolosi di altrettanti farmaci etici.

Al di là delle varie nomenclature e delle leggi di mercato, una sostanza farmacologicamente attiva formulata a dosaggio terapeutico va sempre considerata, in prima analisi, un "farmaco" e, pertanto, un "veleno": la differenza fra questi due termini dipende essenzialmente da come la sostanza verrà impiegata. Il nostro invito ai cittadini è quindi quello di fare sempre riferimento al Medico e al Farmacista per dissipare eventuali dubbi o per ottenere informazioni sul corretto impiego di tutti i medicinali.

Stampa:

Condividi:
Discussione aperta

Commenta la notizia:

Seguici su...
Anche le formiche si incazzano
Sponsor
Scrivi al MSFI
Primo Piano
Ultimi Commenti

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Archivio articoli
Tutti gli articoli

Lavori in corso!

Saremo presto anche qui!

×

Iscriviti alla newsletter

Inserisci l'indirizzo email


×

Scrivi al movimento


×

Grazie

×

Informativa sui dati personali

×

Benvenuto, :

Gestisci il tuo utente




×

Login

Inserisci le credenziali di accesso


×

Registrazione

Benvenuto, da ora è un utente registrato al sito M.S.F.I. quindi può leggere molti più contenuti e può partecipare ad alcune discussioni. Ma prima si ricordi di visionare la sua mail per convalidare la registrazione.

×

Newsletter

×

Login

×