Comunicato stampa sull'aumento dei prezzi dei farmaci OTC e SOP

| Autore: | Commenti: 0

Come già accadde lo scorso anno, stiamo assistendo a un diffuso aumento dei prezzi al pubblico di numerosi farmaci OTC e SOP, riflesso di un proporzionale aumento dei prezzi di cessione da parte delle aziende. Lo denunciamo con un nuovo Comunicato stampa diffuso oggi.

E' l'ulteriore dimostrazione di come la "liberalizzazione" dei prezzi sia stata un completo fallimento nell'ottica di un presunto risparmio a lungo termine per i cittadini (le ottiche rivolte a una maggiore tutela della salute pubblica o a una migliore educazione sanitaria della popolazione non furono neppure contemplate) e di come invece sia stata un successo nel contribuire a trasformare il farmaco in un bene economico di consumo.

Questa lenta metamorfosi ha via via sottratto al medicinale di libera vendita la propria "dignità" di bene etico di salute, sottraendo analogamente dignità al cittadino paziente: costretto a ricorrere al farmaco per tutelare la propria salute, egli si ritrova oggi in una jungla di prezzi arbitrari e variabili, senza alcun dato oggettivo cui fare riferimento.

Il fallimento di cui sopra è in buona parte imputabile proprio all'anima prettamente consumistica delle disposizioni che hanno eliminato il prezzo "fisso" del farmaco e che, se possono trovare una propria ragion d'essere per prodotti assoggettati alle normali leggi di mercato, mal si accompagnano a un bene di tutt'altra natura.

Una Repubblica costituzionale come l'Italia, che individua nella Salute un diritto paritario per ogni singolo cittadino, non può porre uno strumento così importante e pericoloso (certo, vale anche per i farmaci di automedicazione: non lo dice pure la pubblicità che "può avere effetti indesiderati anche gravi"?..) sullo stesso piano di un qualsiasi bene di consumo, perchè così facendo si pone automaticamente il paziente sullo stesso piano di un qualsiasi consumatore.

Oggi il Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani torna a denunciare i danni prodotti dalla liberalizzazione del prezzo al pubblico dei medicinali OTC e SOP e auspica un ritorno a un prezzo fisso, unico, nazionale e controllato al fine di ridare dignità al farmaco, quale bene etico necessario al cittadino per tutelare la propria salute, e al paziente, in accordo con quanto prevede l'Art. 32 della nostra Costituzione.

Stampa:

Condividi:
Discussione aperta

Commenta la notizia:

Seguici su...
Anche le formiche si incazzano
Sponsor
Scrivi al MSFI
Primo Piano
Ultimi Commenti

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Archivio articoli
Tutti gli articoli

Lavori in corso!

Saremo presto anche qui!

×

Iscriviti alla newsletter

Inserisci l'indirizzo email


×

Scrivi al movimento


×

Grazie

×

Informativa sui dati personali

×

Benvenuto, :

Gestisci il tuo utente




×

Login

Inserisci le credenziali di accesso


×

Registrazione

Benvenuto, da ora è un utente registrato al sito M.S.F.I. quindi può leggere molti più contenuti e può partecipare ad alcune discussioni. Ma prima si ricordi di visionare la sua mail per convalidare la registrazione.

×

Newsletter

×

Login

×