Il fax di Capodanno

| Autore: | Commenti: 0

Attenzione, si ricorda ai Farmacisti che aderiranno all’iniziativa "Fax di capodanno" di occultare i dati sensibili riferiti al paziente, nello scontrino e nella ricetta. In rispetto della legge sulla Privacy

Sfogliando i giornali, ascoltando i vari notiziari e talk-show ed ancora da tutte le dichiarazioni fatte dal Governo in carica, nominato dal Presidente della Repubblica, sembrerebbe che i mali dell’Italia e di tutta Europa siano da attribuire alle mancate liberalizzazioni di Taxi e Farmacie. Vi informiamo, per correttezza, che abbiamo provveduto ad inviare una lettera di formale protesta al Consiglio di Presidenza della Rai per l’oltraggioso intervento del “Comico” Crozza in occasione della puntata di Ballarò del 13 dicembre scorso.

Non entriamo nel merito dei taxi poiché non ne abbiamo le competenze, anche se ci balena fortemente l’idea che le liberalizzazioni dei taxi servano solamente per abbassare i prezzi delle varie corse per favorire principalmente i veri lobbisti, quelli per intenderci iscritti al registro delle Lobby di Bruxelles, che sono i principali fruitori di questo servizio dal momento che i comuni cittadini utilizzano i servizi pubblici tradizionali, tram, bus, ecc. Entrando nel merito delle liberalizzazioni delle farmacie, di cui il cittadino ha sempre espresso soddisfazione e riconosce l’importanza ed il valore del farmaco come bene non di consumo ma da utilizzare al bisogno rafforzando il concetto di farmaco–farmacista–farmacia, ci chiediamo perché questo Governo con tale accanimento ha deciso di smantellare un sistema invidiato e portato come esempio da tutti i paesi democraticamente civilizzati? Quali interessi più o meno occulti si paventano?

Prendendo spunto da una affermazione di un Noto Parlamentare, ci chiediamo: perché si vuole trasferire il fatturato delle farmacie alle E_Coop? Studi effettuati dalla stessa “Nota Università Bocconi”, di cui il Presidente del Consiglio dei Ministri è stato Professore, Rettore e poi Presidente, si evince chiaramente che il risparmio per il cittadino è veramente inconsistente, appena pochi euro l’anno (non si superano i 5 euro). Perché si vuole dare alle E_Coop, Conad, Carrefur e Leclerc la possibilità, non voluta dai cittadini, di vendere i farmaci? La capillarità delle farmacie permette al cittadino di usufruire del farmaco ovunque ed in ogni ora del giorno e della notte sia esso festivo che feriale. Ci chiediamo: come può questo Governo considerare il farmaco bene di consumo di giorno e bene di pubblica utilità di notte? Come è possibile che una ASPIRINA, utilizziamo il più noto farmaco solo a fini di esempio, di giorno possa essere promozionato, svenduto, dequalificato dalla Grande Distribuzione Organizzata, i supermercati per intenderci, e di notte e nei giorni festivi, quando la GDO è chiusa, diventare un farmaco di pubblica utilità? E’ la magia dell’economia che permette questa trasformazione radicale. Sono le grandi LOBBY economiche che impongono questo a discapito di tutti i cittadini e non solo dei farmacisti.

Avremmo voluto partecipare a tanti Talk-Show dove tutti hanno parlato di farmaci analizzandoli semplicemente come volgari scatolette commerciali senza spiegare la loro reale funzione ma, ovviamente, non siamo stati mai invitati in quanto avremmo potuto dimostrare con i numeri reali l’inutilità e la pericolosità di queste forzature. Si vorrebbe addirittura far passare l’idea che liberalizzare il farmaco possa produrre più posti di lavoro. Anche questo è FALSO. Si otterrebbe solo uno spostamento di personale e, tra l’altro, conoscendo la tipologia di contratti effettuati da molte GDO, si penalizzerebbero gli eventuali farmacisti impiegati con salari da fame. Potremmo scrivere tanto, tutto supportato da dati e studi concreti, ma lo spazio a disposizione qui è limitato. Certo se Ballarò, Porta a Porta, Matrix, o altri Talk-Show ci dessero la possibilità di intervenire per fare una corretta informazione, sarebbe un vero servizio offerto al cittadino e all’opinione pubblica.

E’ proprio per dimostrare l’importanza del farmaco–farmacista–farmacia, triade indissolubile, nel reale interesse del “PAZIENTE” che abbiamo deciso di promuover una iniziativa nata in Sardegna dal Presidente di Federfarma Oristano, dr. Pasquale Sechi, che abbiamo denominato "IL FAX DI CAPODANNO": al fine di sensibilizzare il Presidente del Consiglio dei Ministri, Prof. Sen. Mario Monti e tutti i Suoi Ministri ad analizzare il farmaco nella sua complessità e non come “scatoletta da vendere”, tutte le farmacie che saranno di turno nella notte del 31 dicembre 2011 e del giorno festivo del 1 gennaio 2012, quando tutti i “SUPERMERCATI” saranno chiusi, potranno inviare un fax alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, attestando il proprio impegno nei confronti di TUTTI i cittadini/pazienti (Fax del Consiglio di Presidenza della Repubblica: 06-6791131, 06-67794719), impegno che questo Governo non può riconoscere solo quando fa comodo alla GDO ma che DEVE riconoscere SEMPRE. E’ disponibile un modulo precompilato scaricabile direttamente da questo sito.

Ci auguriamo che Federfarma appoggi questa pacifica iniziativa di sensibilizzazione informandone tutti i propri associati. Invitiamo tutti i Media, le associazioni dei malati, le forze politiche che hanno a cuore l’interesse del cittadino a voler dare massima diffusione di questo evento. Invitiamo anche i pazienti stessi a partecipare.

Il Farmaco, il farmacista e la farmacia ci sono SEMPRE!

Comunicato stampa inviato. Il Presidente, Ettore Lembo

Stampa:

Condividi:
Discussione aperta

Commenta la notizia:

Seguici su...
Anche le formiche si incazzano
Sponsor
Scrivi al MSFI
Primo Piano
Ultimi Commenti

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Archivio articoli
Tutti gli articoli

Lavori in corso!

Saremo presto anche qui!

×

Iscriviti alla newsletter

Inserisci l'indirizzo email


×

Scrivi al movimento


×

Grazie

×

Informativa sui dati personali

×

Benvenuto, :

Gestisci il tuo utente




×

Login

Inserisci le credenziali di accesso


×

Registrazione

Benvenuto, da ora è un utente registrato al sito M.S.F.I. quindi può leggere molti più contenuti e può partecipare ad alcune discussioni. Ma prima si ricordi di visionare la sua mail per convalidare la registrazione.

×

Newsletter

×

Login

×