La Corte Costituzionale dice no alla Regione Puglia

| Autore: | Commenti: 0

Un primo stop alla Legge emanata dalla Regione Puglia in materia di servizio farmaceutico.

La norma prevedeva, tra l'altro, un adeguamento del quorum necessario ad aprire una farmacia e la diminuzione dei margini alla distribuzione. Il Governo era intervenuto eccependo la costituzionalità della legge e ora la Consulta, dalle prime notizie pervenute a Farmacista33, ha bocciato i contenuti del testo, ritenendo valide le motivazioni contrarie espresse dal Governo. Il presidente della Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani, Andrea Mandelli e il vice presidente Sen. Luigi D'Ambrosio Lettieri esprimono soddisfazione per questa decisione. Appena possibile, sarà massima cura della Federazione informare più compiutamente i lettori sulla decisione della Corte.

E' quanto riportato su Farmacista33 di oggi, notizia ufficosamente già diffusa al termine della settimana scorsa anche sul Forum del nostro Movimento a corredo della denuncia da noi lanciata proprio lo scorso anno (23 giugno 2008 e 2 luglio 2008) a proposito dell'incostituzionale normativa emanata tempo addietro dalla Regione Puglia. Regione Puglia che, lo ricordiamo, non esita a perdere tempo e risorse per emanare inutili normative regionali anzichè espletare i concorsi per sedi farmaceutiche come previsto dalla normativa nazionale.

Il fatto che l'importanza della Pianta organica, nella sua integrità strutturale e funzionale, sia stata riconosciuta ancora una volta è un'ulteriore vittoria per il paziente, cittadino della Repubblica italiana cui, costituzionalmente, deve essere garantita l'equità di accesso ai servizi preposti alla tutela della Salute pubblica, servizi fra i quali la Farmacia continua a mantenere il suo ruolo prioritario, a ogni livello, per il costante apprezzamento dei cittadini-pazienti stessi:

Farmacia 'rifugio' dalla crisi economica: oltre il 30% degli italiani ci va per risparmiare, grazie ai consigli del farmacista di fiducia. È quanto emerge da una ricerca effettuata nei mesi di giugno e luglio 2009 dalla società Added Value e promossa da Boehringer Ingelheim. “Abbiamo raccolto oltre 5.300 questionari in 67 farmacie distribuite sull’intero territorio nazionale, compilati dai clienti durante una loro visita in farmacia – spiega Gadi Schoenheit, Ceo di Added Value Italia - Dalle risposte sono affiorate nuove e inaspettate tendenze: la farmacia risulta un luogo che risponde al bisogno di rassicurazione delle persone, soprattutto in un periodo di particolare difficoltà economica: questo presidio diventa un luogo di rifugio e protezione in cui l’individuo si sente sicuro e accolto come in famiglia. Da un anno all’altro, inoltre, le dinamiche di spesa delle famiglie sono cambiate con grande velocità a vantaggio del risparmio. La crisi economica nel 70% dei casi ha condizionato il rapporto degli italiani con la farmacia, principalmente al Sud e nelle grandi città non relativamente alla relazione con il farmacista, che resta ottima ed elemento di grande importanza e centralità, ma nella triplice aspettativa di ricevere consigli e rassicurazioni sugli acquisti e non solo, di poter acquistare prodotti meno cari e, infine, avere accesso a sconti vantaggiosi”. Dall'indagine emerge anche la farmacia resta il luogo privilegiato per l’acquisto e cresce il numero di clienti 'assidui', con almeno una ‘visita’ a settimana (27% del campione contro il 24% del 2008).

Fonte: AdnKronos, 6 novembre 2009

Avere una scarsa conoscenza della Legislazione farmaceutica, attribuire più importanza agli aspetti economici-commerciali che agli aspetti etico-sanitari del settore farmaceutico, considerare il farmaco come un bene di consumo e/o il farmacista come un commesso al banco... sono tutti aspetti che penalizzano, anzitutto, il cittadino-paziente. Ovvio, banale e lapalissiano. Persino un po' squallido, se proprio vogliamo dirla tutta.

Stampa:

Condividi:
Discussione aperta

Commenta la notizia:

Seguici su...
Anche le formiche si incazzano
Sponsor
Scrivi al MSFI
Primo Piano
Ultimi Commenti

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Archivio articoli
Tutti gli articoli

Lavori in corso!

Saremo presto anche qui!

×

Iscriviti alla newsletter

Inserisci l'indirizzo email


×

Scrivi al movimento


×

Grazie

×

Informativa sui dati personali

×

Benvenuto, :

Gestisci il tuo utente




×

Login

Inserisci le credenziali di accesso


×

Registrazione

Benvenuto, da ora è un utente registrato al sito M.S.F.I. quindi può leggere molti più contenuti e può partecipare ad alcune discussioni. Ma prima si ricordi di visionare la sua mail per convalidare la registrazione.

×

Newsletter

×

Login

×