Un anno di attività del movimento

| Autore: | Commenti: 0

Col volgere al termine del 2008, il M.S.F.I. Festeggia un anno di piena attività nel prioritario interesse della Salute pubblica e si appresta a chiudere una fase della propria storia per aprirne contestualmente un'altra, rinnovando il proprio impegno.

A novembre dello scorso anno abbiamo emesso quasi d'"urgenza" il nostro primo Comunicato stampa per contribuire a evitare la disdetta unilaterale, da parte dell'allora Governo in carica, della Convenzione fra le farmacie e il Servizio Sanitario - peraltro già scaduta da anni ma ancora oggi tacitamente prorogata di volta in volta - per l'erogazione dei medicinali in regime mutualistico, al fine di evitare gravissimi disagi al cittadino. In quel momento eravamo più che convinti delle nostre posizioni e dei nostri doveri verso la tutela della salute pubblica, ma eravamo anche titubanti e incerti su come il nostro impegno sarebbe stato accolto pubblicamente dal cittadino (il parere delle Istituzioni non ci ha mai preoccupato molto). Il riscontro e l'apertura al dialogo furono più che positivi, un successo oltre le nostre più rosee aspettative: il cittadino-paziente non solo accettava di dialogare con noi ma, informato delle nostre attività, si faceva avanti in prima persona per chiedere, partecipare, consigliarci e interagire direttamente.

I risultati furono immediati e da allora, per noi, è stata una continua conferma di come la Salute pubblica debba essere tutelata non solo a parole ma anche e soprattutto con i fatti. Fatti che sono stati prodotti soprattutto grazie a chi si è battuto per partecipare: il cittadino, anzitutto, ma anche una larga fetta di colleghi che ci hanno sostenuti condividendo le nostre linee d'azione e la nostra filosofia.

Noi tuteliamo il cittadino-paziente; cerchiamo di dargli dignità e di far valere il suo diritto costituzionale alla Salute attraverso proposte che rendano il farmaco sempre più un bene etico di salute e sempre meno un bene commerciale di consumo, il farmacista sempre più un consigliere nell'impiego del medicinale e un controllore della prescrizione medica, la farmacia sempre più "IL" luogo preposto all'esercizio professionale del farmacista di comunità e sempre meno un "luogo in cui si vendono medicine". Questo è stato il nostro impegno fino a oggi; questo è l'impegno che ci apprestiamo a rinnovare col nuovo anno.

Lo scorso novembre, da semplice gruppo di amici/colleghi che vedevano le cose alla stessa maniera, abbiamo fatto evolvere il Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani per la tutela e il diritto alla Salute in un'associazione Onlus ufficialmente costituita e riconosciuta, al fine di proporci sempre più come un punto di riferimento per chiunque desideri contribuire a tutelare la Salute pubblica: oltre a rinnovare il nostro impegno con una struttura più solida, questa evoluzione ci ha spinti a proporre la campagna di adesioni 2008/2009 al Movimento che, essendo un'associazione senza fini di lucro, può contare solo sulla disponibilità finanziaria fornita spontaneamente attraverso donazioni e quote associative da parte di chiunque desideri sostenerci. Abbiamo gettato solide basi su cui costruire: un esempio su tutti è il "Progetto nadololo", un'iniziativa umanitaria nata dal M.S.F.I. volta a tutelare anche l'ambito delle malattie rare e dei farmaci orfani, perché la Salute non è un diritto "della maggior parte dei cittadini", è un diritto paritario "di ciascun singolo cittadino": in queste ultime settimane abbiamo approntato una serie di migliorie e di ottimizzazioni al Protocollo di intesa per l'ottenimento del nadololo come componente di laboratorio e stiamo progettando nuovi servizi da offrire ai colleghi che desidereranno partecipare attivamente al Progetto nel nuovo anno.

Insieme al "Progetto nadololo", che continueremo a supportare e a promuovere, ci muoveremo in numerose altre direzioni ma sempre nell'interesse della tutela della Salute pubblica, perché questo è il nostro ruolo, questo è l'impegno che ci siamo assunti in Coscienza come Farmacisti e come sostenitori della Farmacia italiana, quella che "piace & funziona", come più volte gli stessi cittadini-pazienti hanno confermato nel corso degli anni.

L'ironia degli eventi: inizialmente, abbiamo sottolineato ad ogni occasione di non essere un Sindacato, affinché nessuno ricevesse l'errata impressione che volessimo da un lato difendere i nostri presunti interessi corporativi, dall'altro sostituirci ad altre sigle o imporci in ambiti che non ci competevano; oggi ci ritroviamo ad essere il primo e l'unico "Sindacato del cittadino-paziente", che non è un consumatore (perché non assume il farmaco per sfizio, bensì perché ne ha realmente bisogno al fine di mantenere integra la propria salute), che non può essere tutelato dai negozi commerciali (perché la Salute non è un mercato consumistico) e che riconosce nella Farmacia, e nel Farmacista che in essa esercita la propria professione, il principale punto di riferimento.

Tutto questo è per noi la conferma che ci stiamo muovendo nella giusta direzione: una strada in salita, irta e piena di buche, ma che vale la pena percorrere per mostrarsi coerenti con le proprie scelte e con le proprie priorità. La tutela della Salute pubblica: per noi rimane un Dovere, oltre che un Onore.

Un sincero ringraziamento a chi, in questi 13 mesi, ci ha riconosciuto questo impegno e ci ha a sua volta ringraziati per i nostri sforzi. Nel 2009 sapremo essere altrettanto incisivi e coerenti.

E, a seconda di come si metteranno le cose, ancor più attenti e determinati...

Dott. Alessandro Taroni, Referente per la Legislazione farmaceutica del M.S.F.I.

Stampa:

Condividi:
Discussione aperta

Commenta la notizia:

Seguici su...
Anche le formiche si incazzano
Sponsor
Scrivi al MSFI
Primo Piano
Ultimi Commenti

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Pietro ha scritto su
Sicuri in Farmacia

Archivio articoli
Tutti gli articoli

Lavori in corso!

Saremo presto anche qui!

×

Iscriviti alla newsletter

Inserisci l'indirizzo email


×

Scrivi al movimento


×

Grazie

×

Informativa sui dati personali

×

Benvenuto, :

Gestisci il tuo utente




×

Login

Inserisci le credenziali di accesso


×

Registrazione

Benvenuto, da ora è un utente registrato al sito M.S.F.I. quindi può leggere molti più contenuti e può partecipare ad alcune discussioni. Ma prima si ricordi di visionare la sua mail per convalidare la registrazione.

×

Newsletter

×

Login

×